Tutti i posti da non perdere durante una vacanza in barca in Sicilia

Quest’isola, come è noto in tutto il mondo, è una “ perla” dell’Italia, la seconda più grande del Mar Mediterraneo, a cui segue per dimensioni la Sardegna, non meno famosa, poiché entrambe queste destinazioni italiane sono tanto ambite quanto richieste per il noleggio di barche da Aprile ad Ottobre. Ma torniamo alla Sicilia. Qui possiamo trovare sia monti, che mare, inutile dire stupendo con spiagge fantastiche, poiché sono proprio le sue coste, i suoi arcipelaghi e le sue acque a richiamare migliaia di turisti ogni anno, alla ricerca della barca perfetta per poter solcare il Tirreno e lo Ionio ed godere a pieno di questa “terra” magica. Ogni città è ricca d’arte, di un artigianato molto vario ed una gastronomia …piena di prelibatezze. Naturalmente non mancano gli appuntamenti con le feste tradizionali, sia religiose che non. La si potrebbe definire “ un’isola-spettacolo”. Ovunque si decida di imbarcare e di scoprire, non si avrà mai fatto la scelta sbagliata. Che sia da Catania, da Milazzo, da Portorosa, da Palermo, da Sciacca, da Trapani.. La Sicilia vi regalerà delle meravigliose vacanze in barca.

La costa della Sicilia è molto ampia e diversificata ed ogni area ha le sue caratteristiche naturali e non solo, per questo infatti tutta l’isola è ideale per un charter. Da Palermo a Castellamare del Golfo ad esempio, troviamo arena finissima e chiara. Qui inizia il mare di scoglio di San Vito lo Capo, conosciuta le sue acque trasparenti, cristalline, incredibilmente azzurre. Poi troviamo ancora il susseguirsi di spiagge, scogliere e arenili che proseguono verso la Riserva dello Zingaro, Trapani e Marsala. Questi, tutti posti ideale per noleggiare uno yacht alle Isole Egadi. Un altro fiore all’occhiello della Sicilia è sicuramente la gastronomia, che renderà il vostro soggiorno a bordo ancora più speciale. Ogni giorno gusterete pietanze uniche, dai sapori tipicamente locali, impossibili da trovare altrove. Dalla colazione all’amaro, potrete sempre apprezzare la frutta fresca (da non perdere i fichi, perfetti da gustare se il vostro charter in barca sarà nei mesi di Agosto o Settembre), il pesce appena pescato (non dimenticate di chiedere se a bordo ci sono le attrezzature adatte o se è possibile affittarle), sorseggiando vini ed ammazza caffè semplicemente strepitosi.

Da fonti storiche si deduce che la pasta alimentare secca nasce proprio qui in Sicilia, e da qui la “dieta mediterranea”. La lista dei piatti siciliani sarebbe infatti lunghissima. Quindi ne citiamo solo alcuni: pasta alla Norma, melanzane alla parmigiana, cannoli, cassata, granite, gelati ( ottimi anche serviti a colazione con brioches). A Siracusa viene prodotto anche il gelato di ricotta.

Ecco alcune valide alternative per la vostra vacanza in barca in Sicilia
Noleggio Catamarani Sicilia
Noleggio Barche a Vela Sicilia
Noleggio Yacht Sicilia

Come è risaputo il capoluogo della Sicilia è Palermo, città che si adagia nella conca d’oro, cioè la vasta zona compresa tra il mare e la corona di monti. Palermo offre opportunità culturali di livello europeo tra arte, musica e spettacoli. Da entrambi i lati del suo Golfo, ed oltre, si estendono i litorali ed atterrando a Puntaraisi per imbarcare in porto, le destinazioni da raggiungere sono innumerevoli: le Isole Egadi, la Riserva dello Zingaro, Trapani, Ustica (ideale se siete amanti di immersioni e snorkelling), Cefalù e le Isole Eolie. Nel caso poi aveste a disposizione 14 giorni per il vostro charter, l’ideale sarebbe circumnavigare tutta la Sicilia, dedicando un giorno anche a Malta. Il promontorio che domina Palermo è il monte Pellegrino, promontorio che regala una vista sterminata sul mare , dove è possibile fare il bagno anche ad Ottobre inoltrato e, a seconda dei gusti, si possono scegliere le rocce di Capo Gallo, oppure la lunga spiaggia di Mondello.

Leggi anche: Quando, come e perchè organizzare una vacanza in barca alle Isole Eolie

Uno dei tanti prodotti famosi e caratteristici dell’artigianato locale è sicuramente “ il carretto”. Un tempo era utilizzato come mezzo di trasporto, ora famoso souvenir costruito in modo diverso a seconda della zona dove viene prodotto. Un tempo i carrettieri, che potevano, facevano arrivare i pittori popolari per far dipingere le sponde dei carretti con storie di paladini oppure santi. Non stupitevi infatti se i vostri amici e familiari vi chiederanno cartoline o souvenir dei tipici carretti siciliani.

Quando si parla di Sicilia non si può non citare Taormina. Capo Taormina può essere descritta come una grossa testuggine pietrificata che si affaccia sul mare per regalare a chi si sta godendo una meravigliosa giornata in barca, una vista mozzafiato. Mentre l’Isola Bella come un gioiello splendente, adagiato su un manto di velluto. È De Amicis ha detto: “credo poco all’inferno, ma credo al paradiso perché l’ho visto di persona!”, sicuramente dopo aver ammirato le coste, le rocce, le spiagge ed i panorami di Taormina che si possono ammirare solo dal mare.

E quando si parla di Taormina non si può non citare il suo Teatro antico. Goethe ha scritto nel suo Viaggio in Italia che lo “sguardo” abbraccia tutta la lunga schiena montuosa dell’Etna, a sinistra la spiaggia fino a Siracusa. Attualmente molte importanti manifestazioni d’arte si svolgono al calar del sole, per dare la possibilità agli spettatori di ammirare il meraviglioso tramonto e a voi, di lasciare il vostro yacht all’ancora o ormeggiato presso il Marina di Riposto, per assaporare questa magnifica località da terra.

Sulla costa sud della Sicilia, un altro luogo che offre splendide spiagge è Sciacca. Questo borgo si trova di fronte all’isola di Pantelleria e Tunisi. Il suo splendido golfo si affaccia da un lato su Capo San Marco e sull’ altro sul promontorio di Capo Bianco. Per lungo tempo il mare di Sciacca ha avuto “l’onore” di essere attraversato da banchi di tonni durante la stagione degli amori, e dai suoi fondali sono stati estratti preziosi coralli. A Sciacca sono presenti, oltre a monumenti di diverse epoche storiche, anche dei famosi bagni termali. Purtroppo però in quella zona della costa siciliana non vi sono molte imbarcazioni disponibili, che spesso vengono trasferite da porti più importanti di Siracusa e Marsala.

Un angolo di scogli, piccole insenature e spiaggette di ciottoli si trova a Cefalù nella zona di Capo Caldura. Questo luogo è un mondo di mare e pietra, cambiato veramente poco negli ultimi anni, situato esattamente a metà strada (sia via terra che via mare) tra Palermo da una parte e Portorosa e Milazzo dall’altro, questi ultimi entrambi porti principale per le sette isole vulcaniche dell’arcipelago Eoliano: Stromboli, Lipari, Salina, Vulcano, Panarea e le più selvagge Alicudi e Filicudi. Sette isole, ognuna per un vostro della settimana, ognuna per un giorno del vostro charter in barca.
Tornando qualche miglia nautica più a ovest, ovvero a Cefalù.. A cambiare aspetto e colore è stato il mare, in seguito alla costruzione dell’attuale porto. Infatti Cefalù rimane un paradiso per subacquei soprattutto fuori stagione (da primavera inoltrata a dopo la fine di agosto). Venendo in auto da Palermo, a Cefalù si può prendere la strada statale che prosegue fino a Messina, ed ammirare panorami di rara bellezza. Facendo poche curve, si “doppia” la Rocca, definita come un pachiderma di roccia accucciato sul mare, e subito dopo spuntano gli scogli e la torre. Qui al tramonto si può ammirare lo spettacolo del riverbero infuocato del sole che declina verso destra. Ma naturalmente, sarà solo a bordo di una barca, yacht a motore, a vela o catamarano, che questo tratto viene celebrato come merita, consentendo a chi vi naviga a bordo, di studiarne ogni singolo dettaglio.

Per gli amanti dell’arte una tappa molto interessante è sicuramente visitare Acireale. Qui si possono ammirare diverse meraviglie in stile barocco. Il centro storico , soprattutto nelle serate estive, acquista un alone magico. Dai tavolini dei bar della piazza del Duomo, si osserva il variare dei colori dello stesso duomo, del palazzo di città e della basilica di San Pietro e Paolo. Acireale, Acitrezza, Aci Castello, a pochi minuti di navigazione da Taormina, sono tappa obbligata se scegliete come itinerario la Sicilia orientale.